Ciao Maestro…

Camilleri è la Sicilia e la Sicilia è Camilleri…
Oggi l’Isola( e non solo!) piange lacrime di amarezza per la dipartita dell’uomo e scrittore che ha lasciato un solco profondo…
Grazie Maestro per averci regalato pagine superlative di Letteratura e per aver fatto gustare con genuinità e semplicità i sapori della buona tavola sicula, gli odori della natura…e soprattutto per aver condiviso la tua immensa Umanità…
Ciao “conta-storie” sagace ed inimitabile!
Che la terra ti sia lieve…🦋

Matera delle MERAVIGLIE


Lascerò un pezzo di cuore qui ma porterò con me un puzzle di sensazioni…perché Matera regala solo “belle emozioni” con le sue stradine che si aggrovigliano come un nido di serpi, si inerpicano, scendono, si contorcono… passano sui tetti delle case per poi giungere in una sola grande arteria …
Coinvolgente ed appassionante, Matera incanta con la bellezza dei suoi palazzi e piazze arroccati sui colli e la gente che accarezza ogni singolo angolo colpita dai dettagli che fanno la differenza…
Matera è lo stupore dei Sassi, è il perdersi per i suoi vicoli per ritrovarsi travolti dal fascino delle sue pietre preistoriche consunte dai secoli…una immateriale maestosità, una spirituale sensazione di antico e pur sempre nuovo…
Cara Matera, ritornerò ancora una 4^ volta
e mi concederò a te come trascinata da un
magico incantesimo…🦋
MT@

Presentazione a Gela: OLTRE IL CIELO DI ISTANBUL

Parlare del proprio “Figlio di carta” è sempre un gran piacere e poi se la persona che ti presenta è di spessore culturale e di grande sensibilità, allora tutto assume un sapore senza paragoni. Grazie quindi alla mia amica, autrice anche lei di libri, Cinzia Nazzareno e a Lina Orlando per il suo invito nella LIBRERIA ORLANDO. Grazie GELA!

Destino immutabile…

Sapete chi sono queste due tenere bimbe prese di spalle?
Sono Anne e Margot Frank!
Sono in riva al mare, sulla battigia e guardano lontano…
Il padre, Otto Frank, appassionato di fotografia, fa questo scatto da dietro.

Il costume identico diventa un destino immutabilmente uguale.
Tutto deve ancora accadere…
E a noi, che assieme a loro guardiamo l’orizzonte infinito, viene una specie di magone…

Ancora belle EMOZIONI!

1^ CLASSIFICATA con la poesia “Paragrafemi dell’Amore” (ormai edita nel romanzo OLTRE IL CIELO DI ISTANBUL, p.154) al Concorso Nazionale “Come le foglie” indetto da UNITRE di Santa Croce Camerina in onore del poeta camerinense Luigi Balzano