(Untitled)

E oggi scrivo con inchiostro azzurro mare …
Ho voglia di riposare la mente che accoglie scampoli di me…sopravvissuti a un inverno dirompente.
Ho bisogno di volteggiare con gli aquiloni mentre prendo per mano il vento…
Ho voglia di colorare le mie giornate con pennarelli che sputano parole.
Ho bisogno di danzare tra respiri e carezze,
di cantare con voce arrogante
con la musica intonata dal sole,
imbrattata di sogni e d’amore.
MT@

A Taormina…

Il mio libro L’URLO DEL DANUBIO presentato all’Istituto Comprensivo 1 di Taormina dalla mia meravigliosa amica Maria Luisa Banov.
Regalato poi ai 5 studenti vincitori del Concorso indetto dall’operosa associazione “L’Altra Metà” di Taormina.
Eccomi nel momento in cui consegno il libro a una delle vincitrici.
#solobelleemozioni #LurlodelDanubio — a Taormina.

Ancora riconoscimenti…

Prosegue inarrestabile il successo letterario dell’ultimo libro di Marinella Tumino, L’Urlo del Danubio, viaggio dell’anima sui binari della memoria storica, nel quale la scrittrice ragusana ripercorre narrativamente il dramma dalla Shoah con un viaggio immaginario in alcuni dei luoghi simbolo in cui si è consumata la terribile tragedia del nazismo. Preziosa testimonianza da leggere per riflettere, e non dimenticare lo sconvolgente inferno e la follia legate alla persecuzione ebrea negli anni dello sterminio e le conseguenze sulla vita delle persone, e per sottolineare soprattutto l’importanza di non ripetere certi orrori.

Il riconoscimento del valore dell’opera letteraria è stato accordato tramite lettera del Sommo Pontefice Francesco Bergoglio, a firma di Monsignor Paolo Borgia, assessore per gli Affari generali della Segreteria di Stato, nella quale era tra l’altro riportato che “Sua Santità il Papa Francesco ha ricevuto con riconoscenza le devote espressioni di affetto e spirituale vicinanza recentemente inviate, unite ad un cortese omaggio. Il Sommo Pontefice, che ha particolarmente gradito il premuroso gesto”.

In seguito anche il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ha espresso riconoscenza all’autrice per la sua opera. “Gentile professoressa, la ringrazio molto per “L’urlo del Danubio”, nonché per la passione e l’impegno. Con tanta cordialità”.

Infine, è di questi ultimi giorni, la gratitudine espressa dalla senatrice a vita Liliana Segre, deportata nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau e sopravvissuta agli indicibili orrori dello sterminio ebreo. Su carta intestata del Senato della Repubblica scrive: “Gentile Marinella, le sono grata per il libro che ha voluto gentilmente donarmi. Lo leggerò senz’altro nel poco tempo libero che ultimamente mi trovo a gestire. Ammiro il suo impegno nel trattare con professionalità e sensibilità il triste tema della Shoah. Anche a nome di coloro che non sono tornati le esprimo la mia più profonda stima e riconoscenza. Liliana”.

L’urlo del Danubio, Ragusa, Operaincerta Editore, 2018, si può acquistare in tutte le librerie del capoluogo ibleo, nelle librerie online e sul sito della casa editrice (www.operaincertaeditore.it)